NODE Festival

Festival internazionale di musica elettronica e live-media

NODE Festival

Festival internazionale di musica elettronica e live-media

NODE è un festival internazionale di musica elettronica e live media pensato per dare voce ai più innovativi artisti internazionali che esplorano le potenzialità creative della sinergia tra musica, video, sound design ed arti elettroniche. A partire dal 2008 il festival si è sempre proposto come una manifestazione culturale caratterizzata da un alto livello qualitativo della programmazione artistica, ponendosi da sempre come un indispensabile quanto atteso momento di riflessione sulle pratiche contemporanee dell'arte digitale, nonché un luogo di incontro e scambio per una platea di appassionati in costante crescita. Nonostante questo, NODE è sempre stato pensato come un festival inclusivo, diffuso e destinato a tutta la cittadinanza, con più di un occhio di riguardo alla dimensione nazionale ed internazionale, ma anche estremamente radicato nella città. Significativa è stata infatti la volontà, perseguita in particolar modo nelle ultime edizioni, di utilizzare come location del festival luoghi poco conosciuti di Modena, o luoghi restituiti alla città dopo lunghi percorsi di rigenerazione urbana. Una scelta derivante appunto dalla volontà di sfruttare le potenzialità aggregative e di risonanza mediatica di NODE per valorizzare e restituire a nuova vita, o nuovi usi, edifici a volte trascurati o dimenticati della città.

A partire dalla ottava edizione, tenutasi nel 2016, fuse* è entrato a far parte attivamente nell’organizzazione del festival consolidando così il rapporto iniziato nel 2010 quando lo studio allestì il progetto N nel chiostro di Palazzo Santa Margherita, sede storica del festival. In questo stesso anno, grazie alla nuova visione condivisa e alla riorganizzazione del team di lavoro, il format viene ripensato e rimodulato come manifestazione biennale con l’obbiettivo di potenziare il programma classico, caratterizzato da eventi performativi, con l’allestimento di mostre dedicate ai pionieri della sound-art e dell’arte digitale. Una scelta dettata dalla volontà e dalla necessità di lavorare con più respiro alla produzione di un festival che edizione dopo edizione punta alla crescita sia dal punto di vista qualitativo, che da un punto di vista quantitativo.
Nonostante la biennalizzazione, la continuità fra le edizioni è comunque garantita da alcuni eventi satellite realizzati durante gli anni off con la presentazione di workshop e progetti site-specific. Questi eventi permettono così di costituire una sorta di trait d’union fra le edizioni del festival, preservando il rapporto con il pubblico.

La decima edizione del festival si terrà dal 7 al 10 Dicembre 2021.
Tutte le informazioni e il programma completo saranno presto disponibili su nodefestival.com


Dal 2008 hanno partecipato a NODE: Ben Frost, Hiroaki Umeda, Tomoko Sauvage, Deantoni Parks, 2501, Masayoshi Fujita, Caterina Barbieri, Tadej Droljc, Pilia + Pupillo, Visible Cloaks, Zimoun, Lubomyr Melnyk, Fis, Huerco S, Rashad Becker, Eli Keszler, Croatian Amor, Primitive Art, Laura Agnusdei, Giovanni Lami, Enrico Malatesta, Gea Brown, Paul Jebanasam, Konrad Sprenger, Joshua Sabin, Goncalo Penas, Ben Vince, Derek Holzer, Kali Malone, Donato Epiro, Valerio Tricoli, Dakim, William Basinski, Tarik Barri, Robert Henke, Atom Tm, Forest Swords, Patten, Akkord, Emptyset, Shingo Inao, Dj Spinn, Om Unit, Lumisokea, Roly Porter, Egyptrixx, Murcof, Simon Geilfus, Debruit, Grischa Lichtenberger, Frank Bretschneider, Valdislav Delay, Von Tesla, Demdike Stare, Fennesz, Ryoji Ikeda, Alva Noto, AOKI Takamasa, Giuseppe Ielasi, Simon Scott, Lillevan, The Sight Below, Touane, Deaf Center, Tilman Ehrhorn, Overknights, Marsen Jules, Nq, Boxcutter, Mount Kimbie, Deer, Kanding Ray, Ryoichi Kurokawa, Quayola, Hildur Guðnadóttir, Claudio Sinatti, Alexandre Navarro, Baths, Vaghe Stelle, Tape, Anenon, Erik K Skodvin, Senking, Oval, Retina, Rafael Anton Irisarri, Leafcutter John, Alessio Ballerini, Shigeto, Shlohmo, Jóhann Jóhannsson, Soosh, Orcas, Pigro on Sofa, Benoît Pioulard, Sanso Xtro, Broke One, Sylvain Chauveau, Kreng, Salva, Laurel Halo, Nicola Ratti, Bellows, Lapalux, Quiet Ensemble, Holy Other and many others.